domenica 20 febbraio 2011

delirioraga 47

robbie basho - song of the stallion
very accurated restored vinyl rip/w full scans art

delirioraga 46

must musings - same
very accurated restored vinyl rip/w full scans art

book : the circle is unbroken 40 years of visionary and psychedelic folk

"The Circle Is Unbroken: 40 anni di folk psichedelico e visionario" / di Gino Dal Soler
Una guida puntuale e appassionata alle mille diramazioni e declinazioni del folk acido e visionario nato negli anni Sessanta della psichedelia e tornato in auge nei Duemila dell’infinita confusione di stili. Dall’Incredible String Band a Tim Buckley, da Jack Rose a Six Organs Of Admittance, i nomi più popolari e celebrati e quelli più oscuri e creativi di una tradizione ‘mutante’ che non cessa di offrire idee, stili, sogni e suoni extra-ordinari all’universo della musica rock. La magnifica utopia di una generazione di dropouts che osarono scardinare le porte della percezione (e della tradizione) per rendere reali le visioni di Alice nel paese delle meraviglie, una dolce ribellione che dallo “scisma” del folk festival di Newport del 1965 al weird folk dell’ultimo decennio non ha smesso d’incantare gli ascoltatori con intuizioni, illuminazioni e “one shot” destinati a diventare culto, una scossa “elettrica” che ha turbato per sempre le consuetudini del folk. Una storia più vissuta che raccontata, e forse per questo in buona parte ancora inesplorata.
“I Libri di Harry #12 • 240 p., illustrato b/n

Gino Dal Soler (Sovramonte, 1957) ha iniziato a scrivere su Re Nudo alla fine degli anni Settanta. Nel 1996 ha pubblicato, a quattro mani con Alberto Marchisio, “Trance & Drones: mappa delle musiche più visionarie degli anni 90” (Castelvecchi). Dal 1997 è uno dei redattori di Blow Up.


[dall'Introduzione]:
Un libro sull’acid folk è un’impresa improba. Già, perché iniziando a guardarmi intorno ho scoperto che ben poco è stato scritto sull’argomento. Eccetto qualche testo che verte per lo più sul british folk revival - o se preferite sul folk rock elettrico inglese - e i pochi capitoli dedicati ai gruppi psych-folk inseriti in più generali contesti rock, l’impressione è che questa scena sia sempre stata più vissuta che raccontata. E quando è stata raccontata, lo è stata quasi esclusivamente per merito di piccole e coraggiose fanzine stampate in proprio da qualche irriducibile appassionato.
Mi sono trovato quindi davanti a un universo in larga parte ancora inesplorato a livello saggistico. Ecco perché il libro che avete sottomano non può essere un’enciclopedia e non può avere pretese esaustive. È possibile che ci siano nomi che mi siano sfuggiti poiché si tratta realmente di un mondo ancora largamente sommerso: è una cornucopia davvero inesauribile quella da cui, in epoca di continue ristampe, spuntano fuori nomi fino a ieri oscuri anche ai fan più devoti, gente che tra la fine dei ‘60 e gli inizi dei ‘70 incise magari un solo disco per poi sparire nel nulla. L’ambizione di questo libro è quindi solo quella di raccontare un percorso, una strada, una storia che ho cercato di rendere il più possibile fluida e narrativa per poter arrivare a comprendere - e così, in qualche modo, storicizzare - anche una scena ancora in divenire come quella del weird folk e più in generale del new folk psichedelico che ha animato la musica underground nell’ultimo decennio.
Proprio oggi che questo fenomeno mostra i primi segni di cedimento e la maniera è già dietro l’angolo è giunto il momento di contestualizzare e tirarne le somme, pur sapendo che il ciclo non è ancora compiuto e che anche questo libro sarà giocoforza incompleto. Se pensiamo che l’esplosione originaria del folk psichedelico si consumò grossomodo tra il 1965 e il 1973, la nuova scena che a quegli anni si ispira perdura ormai da più di un decennio, tra alti e bassi e tuttavia con orgogliosa ostinazione. Forse anche per questo buona parte del libro è ad essa dedicata, grazie anche a tutti quei musicisti e gruppi che si sono resi disponibili a raccontare in prima persona la loro storia. Una storia ancora aperta, che mi auguro serva da stimolo per il lettore appassionato a completare egli stesso il racconto.


link to purchase

soon vinyl reissue on italian label mellotron records



yellow autumn - children of the mist
link to preorder
email: riccardo.cuomo@fastwebnet.it

sabato 19 febbraio 2011

venerdì 18 febbraio 2011

lunedì 14 febbraio 2011

domenica 13 febbraio 2011

delirioraga 42

saddhu brand - whole earth rhythm
very accurated restored vinyl rip/w full scans art

delirioraga 41

peter walker - second poem to karmela, or gypsies are important
very accurated restored vinyl rip/w full scans art by delirioraga

venerdì 11 febbraio 2011

delirioraga 40

accurated restored vinyl rip/w full scans art

mercoledì 9 febbraio 2011

delirioraga 39

c-tww
cd rip/w full scans art + 3" bonus cd

sabato 5 febbraio 2011

delirioraga 38

randy burns songs for an uncertain lady
very accurated restored vinyl rip w/full scans art

venerdì 4 febbraio 2011

delirioraga 37

m-tbmd
vinyl rip/w full scans art + poster

martedì 1 febbraio 2011